Smart&Start: 200 milioni di euro per l’innovazione

26/11/2014

Sta per partire il nuovo Smart&Start, il bando dedicato alle start up innovative.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 24 settembre 2014 è stato infatti dato il via al nuovo bando, che prevede importanti novità per quanto riguarda i soggetti beneficiari e le tipologie di finanziamento. Tra queste, la più importante è senz’altro l’estensione del nuovo Smart&Start a tutto il territorio nazionale, contrariamente al precedente bando (che ha finanziato quasi 400 proposte) che riguardava solo le regioni del Mezzogiorno e le aree del cratere Aquilano.

Per conoscere tutti i dettagli per l’accesso alle agevolazioni e la data a partire dalla quale si potrà presentare richiesta di finanziamento, bisognerà aspettare la circolare esplicativa che verrà emanata a breve dal Ministero dello Sviluppo Economico. Per ora si sa comunque che il nuovo bando ha una dotazione di circa 200 milioni di euro e sarà dedicato alle start up innovative (iscritte nella sezione speciale del Registro delle imprese) costituite da non più di 4 anni o alle persone fisiche che vogliono avviare una start-up innovativa.

I progetti di impresa dovranno essere caratterizzati da un forte contenuto tecnologico e innovativo e puntare allo sviluppo di prodotti, servizi e soluzioni nel campo dell’economia digitale o alla valorizzazione dei risultati della ricerca pubblica e privata. Saranno finanziabili quelli che prevedono spese, tra investimenti e gestione, comprese tra 100 mila e 1,5 milioni di euro (il massimale del bando precedente era invece 500 mila euro).

Le nuove agevolazioni prevedono finanziamenti a tasso zero da restituire in dieci anni, che potranno coprire fino al 70% dell’investimento totale. Si sale all’80% dei costi per quelle start up costituite solo da donne e giovani e per quelle che coinvolgono un dottore di ricerca italiano impegnato all’estero che decida appositamente di tornare nel nostro Paese per quel progetto. Le imprese del Mezzogiorno e del territorio del Cratere Sismico Aquilano avranno comunque un’ulteriore agevolazione, in quanto dovranno restituire solo l’80% del prestito ricevuto. Le start up costituite da non più di 12 mesi potranno inoltre beneficiare anche di un tutoring tecnico-gestionale.

In attesa che il bando diventi operativo in seguito all’emanazione della circolare ministeriale, si possono trovare ulteriori informazioni sul sito www.smartstart.invitalia.it.

Leggi tutto
Leggi meno
-A A +A

S.P. 55 Porto Conte - Capo Caccia
km 8,400 Loc. Tramariglio
07041 Alghero (SS) Italia
​​Indirizzo postale: Porto Conte Ricerche S. r. l. - Casella Postale 84​ 07040 Santa Maria La Palma (SS) – Italia
Tel [+39] 079 998400 - Fax [+39] 079 998567
Email info@portocontericerche.it